Gli atelier - Quattro generazioni di savoir-faire

La nostra Maison familiare a misura d’uomo è fortemente permeata dalla nostra cultura artigianale, dall’amore per le materie pregiate e dal rispetto per il lavoro di ognuno. La politica di sviluppo sostenibile di Longchamp attinge proprio a questa storia e a questi valori. La nostra responsabilità in qualità di produttori ha inizio nei nostri atelier francesi, dove consacriamo da sempre un’attenzione particolare al trattamento dei materiali e ai processi di produzione.

DOVE VENGONO REALIZZATI I PRODOTTI LONGCHAMP?

Dalla sua creazione nel 1948, la Maison Longchamp ha aperto sei siti produttivi in Francia occidentale (nei dipartimenti di Mayenne, Vandea, Maine e Loira, e Orne). Da oltre 70 anni, il savoir-faire dell’impresa familiare è perpetuato per mano dei nostri e delle nostre dipendenti. Questi siti danno lavoro a oltre 800 persone, che impiegano il loro know-how singolare nei nostri 25 atelier. A questa rete produttiva si aggiungono due siti all’estero, in Tunisia e alle Mauritius. Infine, il marchio si avvale anche di collaborazioni con atelier in Francia, Cina, Romania e Marocco. Indipendentemente dalla posizione geografica degli atelier, il “Made by Longchamp” garantisce una conformità dei prodotti, rispondenti ai medesimi requisiti di qualità. Inoltre, Longchamp condivide in modo trasparente il paese di assemblaggio dei modelli, visibile sulle etichette all’interno delle borse.

PERCHÉ LONGCHAMP CONIUGA QUALITÀ E RESPONSABILITÀ AMBIENTALE?

Come tutti i migliori artigiani, Longchamp ha cuore la longevità di tutti i suoi prodotti. Questa è la prima responsabilità di una Maison al servizio dell’ambiente: lavorare affinché i suoi clienti possano conservare a lungo le sue creazioni, prendersene cura e poi trasmetterle. Anche trascorso molto tempo da quando i prodotti hanno lasciato la boutique, Longchamp continua a considerarsene responsabile: è per questo che offre orgogliosamente la possibilità di ripararli fin quando sia possibile. A tal fine, i clienti hanno a disposizione un servizio di riparazione che gestisce 60.000 creazioni ogni anno, alcune delle quali decisamente antiche. Prendersi cura di prodotti usurati o danneggiati accidentalmente, ripristinare le condizioni originali e rinnovare la possibilità di utilizzo per diversi anni significa non solo soddisfare i clienti, ma anche contribuire a preservare l’ambiente. Nella cultura Longchamp, i prodotti di qualità vanno riparati, e dare loro una seconda vita è motivo di grande orgoglio.

QUANTO CONOSCE LONGCHAMP DEI SUOI FORNITORI E SUBAPPALTATORI?

La lealtà è al centro del rapporto tra Longchamp e i vari protagonisti della sua filiera di approvvigionamento. La Maison ha instaurato una collaborazione stabile con i suoi fornitori di pelli, tessuti, fibbie, accessori e imballaggi; molti di essi lavorano con Longchamp da oltre trent’anni. Questa collaborazione a lungo termine garantisce una produzione costante e dei prodotti sempre di qualità. La maggior parte di questi fornitori è rappresentata da imprese familiari, proprio come Longchamp. Le relazioni strette, nonché la fiducia e il rispetto reciproco su cui si basano, permettono a Longchamp di impegnarsi per la tutela ambientale lungo l’intero ciclo produttivo.

QUALI AZIONI SUL LUNGO TERMINE HA PREVISTO LONGCHAMP PER LA RIDUZIONE DEGLI SPRECHI?

La Maison ha avviato un processo di continuo progresso e miglioramento nella gestione dei rifiuti dei suoi atelier, delle boutique e delle sedi in tutto il mondo. La quota di recupero è uno dei principali indicatori monitorati dal dipartimento Qualità e Ambiente. Nel 2020 i nostri atelier sono riusciti a riciclare o rivalorizzare: il 100% dei rifiuti di plastica, il 100% dei rifiuti di carta o cartone, il 100% dei rifiuti di legno, il 100% dei metalli e il 100% dei ritagli di scarto della tela delle nostre borse “Le Pliage”. Un team è stato dedicato alla creazione di partnership con diverse organizzazioni per sviluppare nuove e innovative soluzioni di riciclaggio. Inoltre, per gli imballaggi e la carta, Longchamp privilegia i materiali certificati con il marchio ecologico FSC, che garantisce l’uso sostenibile delle foreste, il benessere di chi lavora nelle foreste, la salvaguardia della biodiversità e la tutela dei diritti delle popolazioni indigene. La Maison si impegna nel riciclaggio degli scarti di pelle, tessuto, pallet, cartone, plastica, carta e altri materiali, per offrire loro una seconda vita. Abbiamo creato team dedicati alla creazione di partnership con varie organizzazioni per sviluppare soluzioni di riciclaggio nuove e innovative. Inoltre, i team di sviluppo e produzione valutano l’uso di materiali riciclati nelle collezioni. 

IN CHE MODO LONGCHAMP SI IMPEGNA NELLA RIDUZIONE DEL CONSUMO DI ENERGIA E DI EMISSIONI DI CO2?

Nella progettazione dei suoi atelier, Longchamp privilegia gli spazi con grandi quantità di luce naturale, per limitare l’illuminazione artificiale, e implementa soluzioni innovative di isolamento, riscaldamento e condizionamento dell’aria per ridurre il consumo energetico. Nel 2021, Longchamp ha integralmente ripensato la facciata da 8.000 m2 dei suoi atelier di Segré. Il triplo vetro delle nuove facciate, ad elevate prestazioni termiche, permette anche di sfruttare meglio la luce naturale. Tutta l’illuminazione delle boutique Longchamp, così come degli atelier, viene gradualmente convertita a LED, riducendo così il consumo di elettricità e l’apporto di calore. Per una società internazionale come Longchamp, il trasporto aereo, per persone o merci, è una delle principali cause dell’emissione di gas serra. Per limitarne l’impatto, tutti i dipendenti di Longchamp nel mondo intero hanno rinunciato all’uso dell’aereo per i viaggi che possono essere effettuati in meno di 4 ore di treno. Parallelamente, La Maison sta sviluppando soluzioni di telelavoro e videoconferenza volte a limitare gli spostamenti. Per il trasporto delle merci, Longchamp privilegia il trasporto marittimo, riconosciuto come la soluzione meno inquinante, e limita il più possibile il ricorso al trasporto aereo. Per il trasporto su strada, la Maison privilegia i fornitori di servizi sensibili alla tematica dell’impatto ambientale (veicoli ibridi, elettrici e a gas naturale). Fin dalla sua fondazione, Longchamp considera di grande importanza la qualità architettonica e l’integrazione paesaggistica dei suoi siti produttivi. Nel corso degli anni, sono stati piantati 12 500 alberi intorno ai nostri atelier, e questi ultimi continuano a contribuire per ridurre la loro impronta carbonica. Le siepi tipiche del paesaggio della Francia occidentale, che favoriscono la biodiversità, vengono curate e manutenute. Dal 2019, sono state piantate 85 specie di arbusti, tra cui un frutteto tradizionale d’alto fusto. Nel 2020, queste iniziative a favore dell’ambiente sono state completate dall’aggiunta di alveari.

 

 

 

INDIETRO